venerdì 1 giugno 2018

A Tonadico con gli Indù



Dopo tre anni eccomi nuovamente a Tonadico, nella valle di Primiero, con la Scuola Abbà. Questa volta non siamo soli, con noi ci sono gli amici Indù, venuti dall’India per un “pellegrinaggio” alle fonti del carisma dell’unità.
Si tratta di vecchie conoscenze, soprattutto del mondo accademico, con le quali da anni abbiamo condiviso momenti di studio e di vita, ultimo a gennaio dell’anno scorso quando sono stato a Mumbai. E' una gioia ritrovarsi insieme.
Sono persone affascinate da Chiara Lubich, che vogliono andare in profondità nella conoscenza della sua esperienza mistica. E quale ambiente più adatto se non Tonadico dove Chiara nel 1949 ha avuto una straordinaria esperienza di luce?
L'incontro inizia con una profonda comunione, un grande spirito di famiglia. 


La mistica unisce le religioni nel più profondo. Le vie che ogni religione percorre, con i mezzi che mette a disposizione, conducono nel cuore del Mistero, unico per tutte. Le vie e gli strumenti sono diversi, ma il punto d’arrivo è lo stesso, per questo nella mistica vi è convergenza e ci si ritrova uniti.
Anche i linguaggi e i modi di esprimere le fedi sono molto diversi, ma i simboli sono comuni: il sole, la fiamma, l’oro, il nulla, il tutto… e attraverso essi ci si comprende.
Noi sappiamo che “la Via” è Gesù, ma egli, nei modi che lui solo conosce, sa farsi Viatore con tutti e condurre tutti al Padre.
Allora ci auguriamo un buon viaggio!


Nessun commento:

Posta un commento